cool

Help!

Ti sono sorte delle curiosità? Bene. Questo è il posto giusto dove fare la tua domanda ai nostri esperti, che sono pronti a risponderti. Ma niente paura: nessuno saprà chi sei e non esistono domande troppo assurde, troppo semplici o troppo strane: saranno escluse solo le “domande maleducate”, ma certo non è il tuo caso!

Le domande più frequenti

in quanti modi si può rimanere incinta?

Per avere una fecondazione, è necessario che gli spermatozoi (che possono sopravvivere fino a 5 giorni all’interno dell’utero e le tube di falloppio) incontrino l’ovulo, che di solito viene prodotto una volta ogni ciclo mestruale e ha una vita di 24 ore. Il modo più facile perché questo avvenga è che ci sia un’eiaculazione in vagina senza l’utilizzo di contraccettivi. C’è comunque la possibilità di avere una gravidanza tramite il liquido pre-eiaculatorio espulso dal pene durante l’attività sessuale, oppure inserendo in vagina dita o toy con residui di sperma, ma anche (seppur raro) con un’eiaculazione vicino all’entrata della vagina.

#Contraccezione #incinta

in caso di gravidanza non voluta come bisogna reagire?

Sarà necessario decidere se la si vuole portare a termine oppure interrompere: questa scelta può essere fatta con l’aiuto di familiari, medici/psicologi e/o l’eventuale partner, ma la decisione finale spetta sempre alla persona in stato di gravidanza, a cui nessuno può imporre o vietare di interromperla. In Italia, il tempo limite per l’interruzione volontaria di gravidanza (detta anche IVG o semplicemente aborto) è di 90 giorni dall’ultima mestruazione, quindi è importante agire tempestivamente. L’IVG può essere richiesta in un consultorio oppure chiedendo indicazione al proprio medico di base o ginecologo/a. Se la persona che richiede un’IVG è minorenne, dovrà ottenere il consenso dei genitori; quando per vari motivi ciò non sia possibile, il consenso potrà essere dato da un giudice tutelare.

#Prevenzione #Ginecologia #Comunicazione

La pillola si prende prima o dopo il rapporto?

Dipende quale, quella contraccettiva va assunta in maniera costante prima che garantisca la protezione (ad esempio: alcune vanno assunte dal primo giorno di mestruazioni e impiegano una settimana di corretto utilizzo per essere del tutto efficaci). La “pillola del giorno dopo”, invece, è un contraccettivo di emergenza che va preso dopo un rapporto a rischio. Se hai dubbi, parlane con uno/una specialista di riferimento o leggi il foglietto illustrativo.

#Contraccezione

È possibile rimanere incinta senza essere venuti, ma solo con il contatto del pene un po' bagnato?

Se il contatto è stato esterno, la probabilità è molto bassa; se invece c’è stata una penetrazione, anche solo parziale, (dove il “bagnato” potrebbe essere sperma o liquido pre-eiaculatorio contenente spermatozoi) è ancora più possibile.

#Contraccezione

il coito interrotto è un affidabile metodo di contraccezione?

No, il suo tasso di fallimento è molto alto, non solo per il rischio di non riuscire a “uscire in tempo” ma anche a causa del cosiddetto “liquido pre-eiaculatorio” che fuoriesce in piccole quantità durante il rapporto sessuale e può contenere spermatozoi.

#Contraccezione

La pillola anticoncezionale è affidabile? Mentre la pillola del giorno dopo, nella donna dopo un rapporto sessuale è efficace?

Se usata correttamente, la pillola anticoncezionale è uno dei metodi più efficaci per evitare le gravidanze. La pillola del giorno dopo (diversa dalla pillola anticoncezionale!) è un contraccettivo di emergenza che va usato in situazioni di emergenza (es. preservativo rotto), non abitualmente. La sua azione consiste nel bloccare l’ovulazione in modo che gli eventuali spermatozoi non trovino nessun ovulo da fecondare ma, se l’ovulazione era già avvenuta, il farmaco non avrà effetto abortivo. È importante non fare confusione tra i due farmaci.

#Contraccezione

Come si possono contrarre le malattie sessualmente trasmissibili?

Le infezioni sessualmente trasmissibili possono essere contratte tramite il contatto con sangue o mucose (bocca-vagina/vulva-pene-retto) infetti. Nel caso dell’herpes, invece, anche il contatto con la pelle è sufficiente. E’ importante notare, però, che infezioni e malattie non sono la stessa cosa. Le malattie si possono sviluppare a partire da infezioni non trattate, per questo motivo è importante effettuare dei test periodici che ci permettano di individuare e curare un’eventuale infezione prima che sviluppi una condizione più grave.

#Ist #Disturbi